X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 26 settembre 2021 - Aggiornato alle 11.50

IMPRESA

Il fallimento non è l’evento della bancarotta fraudolenta patrimoniale

Sfuma il tentativo di pervenire all’assoluzione per l’impossibilità di provare il nesso causale tra la distrazione ed il dissesto quale evento della fattispecie

/ Maurizio MEOLI

Martedì, 22 luglio 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il fallimento, pur integrando una condizione necessaria per la configurabilità dei reati di bancarotta, non ne costituisce l’evento, se non per le ipotesi di bancarotta fraudolenta impropria da reato societario. A precisarlo è la Cassazione nella sentenza n. 32031 depositata ieri. Nel caso di specie il ricorrente, nel tentativo di ribaltare la condanna per bancarotta fraudolenta per distrazione, invocava la sentenza n. 47502/2012 della Suprema Corte, secondo cui nella fattispecie in questione lo stato di insolvenza che dà luogo al fallimento costituirebbe elemento essenziale del reato, in qualità di evento dello stesso, e pertanto dovrebbe porsi in rapporto causale con la condotta dell’agente e dovrebbe essere altresì sorretto dall’elemento soggettivo del dolo.

La decisione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU