X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 29 gennaio 2020 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Con la legge di stabilità, TFR in busta paga e risorse per il «Jobs Act»

Previsti, inoltre, significativi sgravi contributivi per i datori che assumono lavoratori con contratto a tempo indeterminato

/ Luca MAMONE

Lunedì, 20 ottobre 2014

TFR in busta paga, sgravi contributivi per le assunzione a tempo indeterminato e risorse per gli ammortizzatori sociali. Sono queste le principali disposizioni in materia di lavoro contenute nell’ultima versione del Ddl. di stabilità 2015, con le quali si intende, rispettivamente, favorire una ripresa dei consumi, incentivare forme di occupazione stabile, fornire risorse per attuare i provvedimenti del “Jobs Act” (che giovedì scorso è stato “collegato”, nel suo iter, alla stessa legge di stabilità 2015).

Con l’art. 6 del Ddl. in argomento, introducendo il nuovo comma 756-bis all’art. 1 della L. 296/2006, si consente ai lavoratori del settore privato, ad eccezione di quelli domestici e agricoli, di richiedere al proprio datore di lavoro ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU