X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 18 aprile 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Presunzioni bancarie senza rigidi automatismi per le ditte individuali

L’utilizzo delle presunzioni deve avvenire in misura coerente con il settore in cui il contribuente opera

/ Nunzio RAGNO e Giuseppe QUARTICELLI

Venerdì, 6 novembre 2015

Con la sentenza n. 4987 del 19 ottobre 2015 la C.T. Prov, di Salerno applica in modo circostanziato quanto disposto dalla circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 25 del 6 agosto 2014 in materia di utilizzo dello strumento delle indagini bancarie finalizzate alla prevenzione e al contrasto all’evasione fiscale.
Il caso di specie era riferito a un soggetto ditta individuale che nel corso dell’esercizio della propria attività di impresa nel 2009 aveva fatto confluire, a titolo di conferimento, in una società a responsabilità limitata l’attività specifica, traslando a tutti gli effetti non solo l’intero patrimonio aziendale, ma anche tutte le tipologie contrattuali in essere, ivi inclusi i contratti di conto corrente bancario.

L’Agenzia, nel periodo oggetto di ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU