Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Giurisprudenza incerta sull’effetto tributario della risoluzione della locazione

Non è chiaro se, ai fini fiscali, la risoluzione operi per effetto del mancato pagamento del canone

/ Antonio NICOTRA

Martedì, 21 agosto 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

In tema di locazioni di immobili ad uso commerciale, il canone pattuito concorre a formare il reddito del locatore durante il tempo in cui il contratto esplica i suoi effetti, anche se siffatto canone non sia stato realmente percepito.
Il canone maturato va dunque dichiarato e le imposte assolte sull’ammontare “non riscosso” non possono costituire l’oggetto di un credito d’imposta a differenza di quanto previsto dall’art. 26 del TUIR per le locazioni ad uso abitativo.

Il peculiare regime tributario che investe le locazioni di immobili ad uso commerciale, contrassegnato dalla presunzione di percezione del reddito in capo al locatore, ha richiesto l’intervento della Corte Costituzionale, con la sentenza del 26 luglio 2000 n. 362: in quell’occasione,

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU