X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 18 febbraio 2019 - Aggiornato alle 6.00

Fisco

Definizione al 5% in Cassazione con «intera» soccombenza nei gradi di merito

La disposizione dell’art. 6 del DL 119/2018 presenta similitudini con la definizione delle liti ultradecennali

/ Alfio CISSELLO

Lunedì, 11 febbraio 2019

Nel contesto della definizione delle liti pendenti di cui all’art. 6 del DL 119/2018, la più conveniente è senz’altro quella disciplinata da comma 2-ter: “le controversie tributarie pendenti innanzi alla Corte di cassazione, alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, per le quali l’Agenzia delle entrate risulti soccombente in tutti i precedenti gradi di giudizio, possono essere definite con il pagamento di un importo pari al 5 per cento del valore della controversia”.

Come specificato nel corso di Telefisco 2019, la pendenza del processo di Cassazione si identifica con la notifica del ricorso, che deve essere avvenuta entro il 19 dicembre 2018; del pari, entro la medesima data non deve essere stata depositata la sentenza, non

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU