X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 21 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

La società di leasing non è soggetto passivo della tassa di circolazione

La C.T. Reg. Lombardia decide in favore del concedente, ma la questione non può dirsi risolta ed è ora sottoposta all’attenzione della Corte Costituzionale

/ Francesco MATTARELLI

Martedì, 9 aprile 2019

Con la sentenza 11 marzo 2019 n. 1076, la Commissione tributaria regionale di Milano risolve a favore di una società di leasing una controversia riguardante la soggettività passiva della tassa di circolazione dei veicoli in leasing per l’annualità 2013, affermando che l’art. 9 comma 9-bis del DL n. 78/2015, entrato in vigore il 15 agosto 2015, era senz’altro una norma interpretativa e, in quanto tale, non poteva che avere valenza retroattiva ed essere pertanto applicabile anche alla annualità 2013 in questione.

La norma, intervenendo su una disposizione che fino a quel momento aveva creato un ingente contenzioso (art. 7 comma 2 lett. a) della L. 23 luglio 2009 n. 99), aveva infatti chiarito che “il soggetto tenuto al pagamento della tassa automobilistica è esclusivamente ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU