X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 22 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / PROCEDURE CONCORSUALI

Transazione contributiva con pagamento parziale dei debiti

Il novellato art. 182-ter del RD 267/1942 ha tacitamente abrogato il DM 4 agosto 2009, che stabiliva alcune ipotesi di soddisfazione integrale

/ Michele BANA

Giovedì, 11 aprile 2019

L’art. 1 comma 81 della L. 232/2016, in vigore dal 1° gennaio 2017, ha riformulato l’art. 182-ter del RD 267/1942, riconoscendo al debitore, imprenditore fallibile in stato di crisi, la possibilità di proporre – nel rispetto di specifiche condizioni, con il piano di concordato preventivo (art. 160 del RD 267/1942), oppure nell’ambito delle trattative per la definizione dell’accordo di ristrutturazione dei debiti (art. 182-bis del RD 267/1942) – il pagamento parziale, o anche dilazionato, dei debiti riguardanti le seguenti causali:
- tributi amministrati dalle agenzie fiscali, e relativi accessori (interessi, indennità di mora e sanzioni, comprese quelle amministrative per violazioni tributarie);
- contributi gestiti dagli enti di competenza delle forme obbligatorie di

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU