X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 29 febbraio 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / FISCALITÀ INTERNAZIONALE

Tassazione delle società estere con verifica continua

Opportuno non differire il monitoraggio dei livelli di tassazione effettiva e virtuale delle realtà partecipate in Paesi extra-Ue ed extra-See

/ Emanuele LO PRESTI VENTURA

Mercoledì, 5 giugno 2019

Il DLgs. 142/2018 ha sensibilmente modificato la nozione di regime fiscale privilegiato valida a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2018 (ossia dal 2019 per i soggetti “solari”), introducendo una disposizione, l’art. 47-bis comma 1 del TUIR, poi richiamata, tra gli altri, dagli artt. 47 comma 4 e 89 comma 3, in tema di tassazione dei dividendi, e dagli artt. 68 comma 4 e 87 comma 1 lett. c), in tema d’imposizione delle plusvalenze.

La norma in commento, una volta affermato che i regimi fiscali privilegiati possono essere propri solo di Stati o territori diversi da quelli appartenenti all’Unione europea ovvero da quelli aderenti allo Spazio economico europeo “collaborativi”, differenzia i relativi criteri ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU