X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 23 novembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Nel transito spetta all’ufficio doganale di partenza irrogare le sanzioni

La Cassazione ha chiarito che l’ufficio di destinazione ha la funzione di verificare le merci presentate

/ Lorenzo UGOLINI

Sabato, 19 ottobre 2019

La competenza territoriale per accertare la corretta conclusione dell’operazione di transito comunitario esterno spetta all’ufficio doganale di partenza e non a quello di destinazione.
Tale principio è stato espresso dalla Corte di Cassazione, che, con la sentenza n. 24682/2019, ha accolto il ricorso dell’Amministrazione finanziaria, secondo cui competente a contestare la violazione tributaria e a irrogare la relativa sanzione è unicamente l’ufficio di partenza.

La vicenda trae origine da diversi atti di contestazione notificati dall’ufficio doganale di partenza per mancata corrispondenza della qualità e della tipologia della merce spedita rispetto a quella indicata nella relativa bolletta di cauzione.

Il transito esterno è un regime sospensivo che permette a merce ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU