X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 novembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Istituiti i codici tributo per pagare mora e interessi della tassa sulle sigarette elettroniche

/ REDAZIONE

Mercoledì, 16 ottobre 2019

Con la risoluzione n. 86 di ieri l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per il versamento, tramite modello “F24 Accise”, delle somme dovute a titolo di indennità di mora e interessi sull’imposta di consumo sui prodotti succedanei dei prodotti da fumo ex art. 7, comma 4 del DM 29 dicembre 2014.

Si tratta di codici tributo:
- “5467” denominato “Imposta di consumo prodotti succedanei dei prodotti da fumo - indennità di mora - articolo 7, comma 4, decreto ministeriale 29 dicembre 2014”;
- “5468” denominato “Imposta di consumo prodotti succedanei dei prodotti da fumo - interessi sul ritardato pagamento - articolo 7, comma 4, decreto ministeriale 29 dicembre 2014”.

Per quanto riguarda la compilazione del modello “F24 Accise”, tali codici devono essere indicati nella “Sezione Accise/Monopoli e altri versamenti non ammessi in compensazione” in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”.

Inoltre, nel campo “ente” va indicata la lettera “M”, nel campo “provincia (prov.)“, la sigla della provincia di ubicazione del deposito del distributore, nel campo “codice identificativo”, nessun valore.

Nel campo “rateazione” si indica il valore “0101” oppure “0202”, nel caso in cui il versamento si riferisca, rispettivamente, all’imposta relativa ai primi quindici giorni del mese oppure dal giorno 16 alla fine del mese, nel formato “NNRR”. Infine, nei campi “mese” e “anno di riferimento”, rispettivamente, il mese e l’anno di immissione in consumo dei prodotti succedanei dei prodotti da fumo, nei formati “MM” e “AAAA”.

TORNA SU