X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 13 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Manovra, per i commercialisti tre miliardi in tre anni dalle partite IVA

Il CNDCEC calcola quanto costeranno le modifiche al regime di tassazione. ADC e ANC in audizione: «Nuove norme complicano ulteriormente il Fisco»

/ Savino GALLO

Martedì, 5 novembre 2019

Le modifiche al regime di tassazione per chi fattura meno di 65 mila euro e l’abolizione della tassazione agevolata al 20% per chi fattura tra 65 e 100 mila euro costerà alle partite IVA circa tre miliardi in tre anni. A fare i calcoli il centro studi del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili che, sulla base dei saldi finanziari riportati nell’allegato 3 del disegno di legge di bilancio, ha quantificato le risorse che il Governo conta di recuperare sul comparto dei lavoratori autonomi.

Si tratta di 208,8 milioni nel 2020, 1.791,3 milioni nel 2021 e 1.189,1 milioni nel 2022. “Come lavoratori autonomi – ha commentato il Presidente del CNDCEC, Massimo Miani, in una nota diffusa ieri – non contestiamo a priori questi interventi, alcuni dei quali possono ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU