X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 23 gennaio 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Perdite fiscali da riportare con valori reali «capienti» delle società partecipanti

L’Agenzia delle Entrate conferma la propria linea interpretativa con riferimento alle società con patrimoni netti contabili insufficienti ma valori effettivi elevati

/ Gianluca ODETTO

Sabato, 14 dicembre 2019

La risposta a interpello n. 527 di ieri, 13 dicembre 2019, ha evidenziato che i limiti al riporto delle perdite fiscali in caso di fusione stabiliti dall’art. 172 comma 7 del TUIR possono essere disapplicati nel momento in cui le società partecipanti presentano comunque un valore economico superiore al vantaggio fiscale derivante dall’utilizzo delle perdite “tramesse” alla società incorporante o risultante dalla fusione.
Si conferma, quindi, a distanza di un anno il principio enunciato nelle risposte a interpello n. 93 e 94 del 5 dicembre 2018, potendosi quindi ora contare su una base già significativa di precedenti per la gestione di situazioni similari, che accadono frequentemente nella pratica.

Il caso esaminato riguarda quattro società italiane del settore delle attrezzature ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU