X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 5 aprile 2020

FISCO

Con la nuova IMU, acconto 2020 pari alla metà di quanto versato per il 2019

Con la soppressione della TASI, vengono rimodulate tutte le aliquote e riviste alcune fattispecie

/ Stefano SPINA

Mercoledì, 19 febbraio 2020

Con il riordino dell’IMU a seguito della soppressione della TASI, operato dai commi 738-783 dell’art. 1 della L. n. 160/2019, il legislatore ha operato alcuni correttivi di indubbio vantaggio per la gestione del tributo.

Innanzitutto, dall’anno 2021, i Comuni potranno diversificare le aliquote esclusivamente con riferimento alle fattispecie che verranno individuate con decreto del Ministro dell’Economia e delle finanze, da adottare entro il 29 giugno 2020. In questo modo si eviterà il proliferare di casistiche, a volte anche di difficile interpretazione, operato dalle singole amministrazioni.
Inoltre le aliquote, ai fini della loro efficacia, dovranno sempre essere pubblicate sul Portale del federalismo fiscale entro il 28 ottobre dell’anno di riferimento ma, a partire ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU