X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 24 febbraio 2020 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Mutui ipotecari per acquistare la prima casa rinegoziabili dal consumatore

Il debitore può anche chiedere un finanziamento, con surroga nella garanzia ipotecaria esistente, a una banca terza

/ Chiara CRACOLICI e Alessandro CURLETTI

Sabato, 15 febbraio 2020

Tra le novità più significative ed innovative introdotte dalla L. 157/2019, di conversione del DL 124/2019, figura l’inserimento in quest’ultimo dell’art. 41-bis, rubricato mutui ipotecari per l’acquisto di beni immobili destinati a prima casa e oggetto di procedura esecutiva.

Tale disposizione consente al debitore-consumatore, nei cui confronti la banca ovvero la società veicolo, creditrice ipotecaria di primo grado, abbia avviato o sia intervenuta in una procedura esecutiva immobiliare avente ad oggetto la propria abitazione principale, di chiedere la rinegoziazione del mutuo in essere ovvero un finanziamento, con surroga nella garanzia ipotecaria esistente, ad una banca terza. Il tutto con l’assistenza di una garanzia a prima richiesta rilasciata dal Fondo di ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU