X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 4 aprile 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Bonus mobili legato alla ristrutturazione

Fra gli interventi che consentono di beneficiare dell’agevolazione rientrano quelli di manutenzione straordinaria

/ Arianna ZENI

Lunedì, 24 febbraio 2020

Il c.d. “bonus mobili” spetta anche per le spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020 solo se nell’immobile oggetto dell’arredo sono iniziati interventi di recupero del patrimonio edilizio dal 1° gennaio 2019.

L’agevolazione consiste in una detrazione IRPEF del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici (con determinate caratteristiche) finalizzati all’arredo “dell’immobile oggetto di ristrutturazione” (art. 16 comma 2 del DL n. 63/2013). Non tutte le tipologie di interventi di recupero previsti dall’art. 16-bis del TUIR, tuttavia, consentono di fruire dello sconto fiscale sui mobili.

L’Amministrazione finanziaria (tra gli altri, circ. Agenzia delle Entrate nn. 29/2013, § 3.2 e 27/2016, § 5.1, oltre ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU