X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 5 aprile 2020

IMPRESA

Ipoteca esattoriale iscrivibile sui beni del fondo per debiti tributari

Il contribuente che contesta l’iscrizione deve provare i fini speculativi dei redditi da cui il debito è sorto

/ Cecilia PASQUALE

Mercoledì, 26 febbraio 2020

L’ipoteca esattoriale può essere iscritta sui beni nel fondo patrimoniale per debiti di natura tributaria sorti per l’esercizio dell’attività imprenditoriale di uno dei coniugi se il debito è sorto per il soddisfacimento dei bisogni familiari.

La circostanza che quei debiti siano nati da esigenze speculative e voluttuarie (con esclusione, quindi, del soddisfacimento dei bisogni della famiglia e della possibilità di far valere i debiti sui beni fondo) deve essere provata dal contribuente/debitore, che non può limitarsi ad affermare che percepiva altri redditi, sufficienti ad assolvere ai bisogni della famiglia. Questo è quanto ha affermato la Corte di Cassazione nell’ordinanza n. 5017, depositata ieri.

La decisione, che affronta i temi “classici” dell’iscrivibilità ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU