X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 5 aprile 2020

FISCO

Sequestro conservativo sui beni del trust simulato

Il meccanismo che impedisce ai creditori del disponente di soddisfarsi sui beni segregati in trust opera solo se il trust è «genuino»

/ REDAZIONE

Mercoledì, 26 febbraio 2020

È possibile disporre il sequestro di beni conferiti in trust, in funzione di prevenzione processuale penale, ove sussistano elementi presuntivi tali da far ritenere che il trust sia stato costituito a fini meramente simulatori.
Allo stesso modo, i beni che l’imputato abbia solo fittiziamente conferito in trust rimangono assoggettabili, ricorrendone le condizioni ulteriori, anche nell’ambito del processo penale, a sequestro conservativo. Lo ribadisce la Corte di Cassazione, nella sentenza n. 7442 depositata ieri, 25 febbraio 2020.

La Suprema Corte ricorda, così, che, sebbene, in linea di principio il trust abbia efficacia segregativa, il meccanismo che impedisce ai creditori del disponente di soddisfarsi sui beni segregati in trust opera solo ove il trust sia “genuino”.

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU