X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 30 maggio 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Termine per la mediazione uguale per entrambe le parti

Dovrebbe applicarsi la sola sospensione per i contribuenti, dal 9 marzo al 15 aprile

/ Gaetano CIANCIO

Sabato, 28 marzo 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’incomprensibile e inopportuna sfasatura temporale tra la sospensione (tra le altre) delle attività di contenzioso degli enti impositori (art. 67 del DL 18/2020) e le attività processuali del contribuente (art. 83 del DL 18/2020) costringe a riflessioni in relazione al procedimento di mediazione tributaria.

Per effetto dell’art. 17-bis del DLgs. 546/1992, nel caso di controversie tributarie di valore non superiore a cinquantamila euro il ricorso “produce anche gli effetti di un reclamo e può contenere una proposta di mediazione con rideterminazione dell’ammontare della pretesa”. L’Ente che ha emesso l’atto impugnato ha quindi 90 giorni dalla notifica per esaminare il reclamo e la proposta di mediazione, accettandola, rigettandola ovvero formulandone ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU