X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 30 maggio 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Regime di franchigia IVA fino a 65.000 euro esteso al 2024

La Commissione Ue ha presentato la proposta di decisione per consentire all’Italia di continuare ad applicare la misura di deroga

/ Corinna COSENTINO

Giovedì, 9 aprile 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nell’ambito dell’Informativa periodica diffusa ieri da CNDCEC e FNC, è stato reso noto che il 31 marzo scorso la Commissione Ue ha presentato una proposta di decisione (COM (2020) 124 final) per consentire all’Italia di continuare a “esentare” dall’IVA, in deroga all’art. 285 della direttiva 2006/112/Ce, i soggetti passivi d’imposta con volume d’affari annuo non superiore a 65.000 euro.

Infatti, l’esonero dall’applicazione dell’IVA previsto dall’Italia per i soggetti (imprese e professionisti) che si avvalgono del regime forfetario ai sensi dell’art. 1 commi 54-89 della L. 190/2014 trova legittimità, a livello comunitario, nell’autorizzazione ottenuta dagli organi europei, da ultimo con decisione Ue 2016/1988. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU