X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 17 gennaio 2021

FISCO

Aspetti da chiarire per il regime IVA per l’uso dei natanti a «lungo termine»

Per Assonime, anche se l’utilizzatore non invia la dichiarazione a consuntivo non dovrebbe potere essere sanzionato il fornitore in buona fede

/ REDAZIONE

Venerdì, 27 novembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

La circ. Assonime n. 31/2020, pubblicata ieri, compie un’analisi delle novità introdotte dalle legislatore (art. 48 del DL 76/2020 convertito) in merito al regime di territorialità IVA delle prestazioni di locazione, leasing, noleggio e simili relative a imbarcazioni da diporto, per un periodo superiore a 90 giorni, ai sensi dell’art. 7-sexies lett. e-bis) del DPR 633/72.

La disciplina in esame ha trovato attuazione con il provv. Agenzia delle Entrate 29 ottobre 2020 n. 341339, sebbene siano previste novità con la prossima legge di bilancio (si veda “Leasing di mezzi da diporto senza IVA su dichiarazione di parte” di ieri).

Al fine di attestare l’effettivo utilizzo dell’imbarcazione al di fuori del territorio dell’Ue, nel caso dei contratti a “lungo

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU