X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 30 novembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Ai fini pex rileva la «liquidazione di fatto» della partecipata

Per dedurre l’eventuale minusvalenza, l’esercizio di un’attività commerciale non deve sussistere nel triennio anteriore al depotenziamento

/ Salvatore SANNA

Martedì, 19 ottobre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la risposta a interpello n. 722, pubblicata ieri, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta sull’applicazione del regime della participation exemption ex art. 87 del TUIR (c.d. “pex”) nel caso di una società partecipata messa in liquidazione nel 2017 e chiusa nel 2018.

Qualora tale regime non fosse applicabile, infatti, il soggetto partecipante potrebbe procedere con la deduzione dell’eventuale minusvalenza realizzata. Infatti, in caso di applicazione del regime della participation exemption (c.d. “pex”) a fronte della possibilità di esentare dall’IRES il 95% della plusvalenza su partecipazioni è prevista l’integrale indeducibilità (100%) della minusvalenza conseguita.

Nel documento in commento, si analizza la sussistenza, in capo alla società ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU