Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 19 maggio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Arriva lo stop alle cessioni a catena dei bonus edilizi e di quelli emergenziali

Il c.d. decreto Sostegni-ter pone dei limiti alle cessioni successive alla prima dei crediti d’imposta

/ Enrico ZANETTI e Arianna ZENI

Sabato, 22 gennaio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

È davvero senza pace la disciplina delle opzioni per lo sconto sul corrispettivo o la cessione del credito dei bonus edilizi e delle cessioni dei bonus emergenziali anti-COVID, di cui agli artt. 121 e 122 del DL 34/2020.

Dopo un anno di sostanziale stabilità delle norme, durante il quale, tra tante imprese e privati assolutamente corretti, c’è stato pure chi se ne è approfittato, ponendo in atto ingenti frodi, grazie anche a un livello di diligenza non del tutto adeguato, da parte di alcuni operatori finanziari che hanno acquistato ingenti volumi di crediti di imposta senza porsi troppe domande, il legislatore ha apportato alcune modifiche alla disciplina lo scorso novembre lo scorso novembre e sembra adesso cadere nell’eccesso opposto di un attivismo permanente.

Dopo il decreto Antifrodi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU