ACCEDI
Domenica, 26 maggio 2024

IMPRESA

Verificabile la fallibilità della start up innovativa

La Cassazione aderisce alla soluzione prevalente nella giurisprudenza di merito

/ Maurizio MEOLI

Martedì, 5 luglio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’iscrizione di una società quale start up innovativa nella sezione speciale del Registro delle imprese, in base all’autocertificazione del legale rappresentante circa il possesso dei requisiti formali e sostanziali e alla successiva attestazione del loro mantenimento, ai sensi dell’art. 25 del DL 179/2012 convertito, non preclude la verifica giudiziale dei requisiti medesimi in sede prefallimentare, in quanto la suddetta iscrizione costituisce presupposto necessario ma non sufficiente per la non assoggettabilità a fallimento, a norma dell’art. 31 del DL 179/2012 convertito, occorrendo anche l’effettivo e concreto possesso dei requisiti di legge per l’attribuzione della qualifica di start up innovativa.
È questo il principio di diritto sancito dall’ordinanza ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU