ACCEDI
Martedì, 16 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Per i general contractor «non edili» sui bonus edilizi futuro incerto ma passato blindato

Alcune imprese che operano quali general contractor potrebbero non possedere la qualificazione SOA necessaria per beneficiare delle detrazioni

/ Enrico ZANETTI e Arianna ZENI

Mercoledì, 13 luglio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Premesso che la figura del general contractor risulta codificata esclusivamente nel contesto operativo dei lavori pubblici, ad opera dell’art. 194 del DLgs. 50/2016, la sua trasposizione nell’ambito “non codificato” dei lavori privati, agevolabili con il superbonus e gli altri bonus edilizi, rimane fisiologicamente ancorata a quella di un soggetto operante nel campo dell’edilizia e/o dei servizi energetici, dotati di una reale organizzazione che consenta loro di acquisire in appalto lavori che possono poi essere eseguiti direttamente dai soggetti medesimi quali appaltatori generali e/o affidati in tutto o in parte a subappaltatori.

Come osservato, però, anche dal Consiglio superiore dei lavori pubblici (risposte di settembre 2021), la “generalizzazione” ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU