Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 25 settembre 2022

LAVORO & PREVIDENZA

Il datore di lavoro potrà sanare le carenze dei documenti informativi

Le violazioni degli obblighi del decreto Trasparenza sono soggette alla procedura di diffida che garantisce sanzioni nel minimo edittale

/ Mario PAGANO

Mercoledì, 17 agosto 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il datore di lavoro e il committente che hanno omesso di informare il lavoratore secondo le nuove disposizioni contenute nel decreto “Trasparenza” avranno la possibilità di sanare tale irregolarità, ottenendo così l’applicazione delle sanzioni nel minimo edittale. Questo è uno degli ulteriori chiarimenti contenuti nella circolare n. 4/2022 con la quale l’Ispettorato nazionale del Lavoro (INL) ha fornito utili indicazioni anche in merito all’apparato sanzionatorio, che accompagna i nuovi obblighi previsti dal DLgs. 104/2022, attuativo della direttiva Ue 2019/1152, relativa a condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili nell’Unione europea.

Il decreto, oltre a modificare la disciplina sotto gli aspetti contenutistici, è intervenuto sulle sanzioni sia attraverso ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU