ACCEDI
Venerdì, 12 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Sono proventi finanziari i rimborsi a valore di mercato delle quote sottoscritte dai manager

/ REDAZIONE

Mercoledì, 20 settembre 2023

x
STAMPA

Con la risposta a interpello n. 432, pubblicata ieri, l’Agenzia delle Entrate è tornata sul tema dei carried interest, analizzando il caso di un investimento in un OICR che è stato effettuato dai managers a fronte di una clausola di leavership che prevede il rimborso delle quote al valore di mercato.

L’investimento non rispetta i requisiti previsti dall’art. 60 del DL 50/2017 e, quindi, i relativi proventi non possiedono natura finanziaria ex lege.
Occorre, quindi, procedere con un’analisi volta a verificare la sussistenza di un allineamento di rischi tra soci e management che consente di attribuire alle somme in argomento natura finanziaria.

Si osserva che assumono rilievo ai fini della qualificazione dei redditi di natura finanziaria, i seguenti elementi:
- la presenza di investitori non manager (anchor investor, investitore diverso dal management team e ad esso estraneo) tra gli aventi diritto ai proventi connessi alle quote speciali;
- l’idoneità dell’investimento in termini di ammontare, incluso l’investimento in quote ordinarie, a garantire l’allineamento di interessi tra investitori e manager;
- la remunerazione dei manager adeguata per l’attività svolta.

Riguardo al caso di specie, rilevano le clausole contrattuali in base alle quali, in qualsiasi ipotesi di leavership dei manager sottoscrittori, le quote speciali non vested, oggetto di annullamento e conseguente liquidazione, saranno rimborsate nella misura pari al minore tra il valore nominale e il valore di mercato.
Ad avviso dell’Agenzia delle Entrate si tratta di previsioni dirette a non limitare in alcun modo il rischio di perdita del capitale investito dai manager e che hanno allineato il profilo di rischio di questi ultimi con quello degli altri investitori.

Si ritiene, quindi, che i redditi derivanti dall’investimento in quote speciali in esame possano costituire redditi di natura finanziaria.

TORNA SU