ACCEDI
Sabato, 25 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Eccezione debitoria con contenuto tipico per bloccare l’azione del creditore

La liquidazione aperta su iniziativa del creditore o del debitore presenta la medesima struttura

/ Chiara CRACOLICI e Alessandro CURLETTI

Venerdì, 19 aprile 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

La sentenza con cui il Tribunale di Arezzo, il 1° dicembre 2023, ha dichiarato aperta la procedura di liquidazione controllata del sovraindebitato promossa da un creditore nei confronti di un debitore in stato di sovraindebitamento-insolvenza, ai sensi dell’art. 268 comma 2 del DLgs. 14/2019 (Codice della crisi di impresa e dell’insolvenza, CCII), merita, ad avviso di chi scrive, un approfondimento, perché ha il pregio di soffermarsi su una tematica singolare e innovativa, afferente allo specifico contenuto dell’eccezione debitoria – prevista dall’art. 268 comma 3 del CCII – finalizzata a “paralizzare” l’azione del creditore.

In linea generale, perché il Tribunale in composizione collegiale, individuato sulla scorta dei criteri di competenza territoriale ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU