Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 25 settembre 2022

FISCO

Redditi occultati al Fisco tra i parametri dell’assegno di mantenimento

Il potere di disporre indagini è discrezionale a meno di risultanze fiscali incomplete o inattendibili

/ Alice BOANO

Mercoledì, 17 agosto 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

La disponibilità di entrate sottratte all’imposizione fiscale può essere presa a parametro di riferimento per determinare l’assegno spettante al coniuge separato e alla prole.

L’assegno di mantenimento è un provvedimento economico che il giudice può stabilire, al momento della separazione e fino al divorzio, a vantaggio del coniuge a cui non sia addebitabile la separazione. Esso va determinato in relazione alle circostanze e ai redditi dell’obbligato (art. 156 c.c.).
In relazione alla quantificazione dell’assegno di mantenimento si ritiene che il criterio del reddito dell’obbligato, da intendersi come reddito netto, comprenda tutte le sostanze patrimoniali del coniuge obbligato, compresi i cespiti patrimoniali improduttivi e ogni altra utilità suscettibile

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU