ACCEDI
Mercoledì, 29 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Per l’abuso del diritto gli atti devono essere preordinati

Le condotte abusive si compongono, in genere, di più operazioni funzionalmente collegate tra loro

/ Alessandro COTTO e Carlotta SGATTONI

Sabato, 20 aprile 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Ai sensi dell’art. 10-bis della L. 212/2000, configurano abuso del diritto una o più operazioni prive di sostanza economica che, pur nel rispetto formale delle norme fiscali, realizzano essenzialmente vantaggi fiscali indebiti.

Generalmente, l’ottenimento di un vantaggio fiscale (indebito) richiede l’esecuzione di almeno due operazioni che, unitariamente considerate, configurano il “disegno abusivo”, la cui esistenza deve essere provata dall’Amministrazione finanziaria (cfr. art. 10-bis comma 9 della L. 212/2000 e art. 5 della L. 23/2014).

Come riportato infatti anche nella relazione al DLgs. 358/97, che introdusse l’art. 37-bis del DPR 600/73, ora sostituito dal citato art. 10-bis, l’elusione, in genere, non si esaurisce in una operazione, “ma ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU