ACCEDI
Mercoledì, 19 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Per l’anno 2023 c’è ancora la possibilità della dichiarazione IVA integrativa

L’integrazione del modello è ammessa anche per variare dati che non incidono sul saldo finale

/ Mirco GAZZERA e Simonetta LA GRUTTA

Martedì, 7 maggio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Lo scorso 30 aprile è decorsa la scadenza per presentare la dichiarazione IVA riferita al periodo d’imposta 2023. Resta comunque possibile trasmetterne una dichiarazione integrativa non oltre i termini per la decadenza del potere di accertamento previsti dall’art. 57 del DPR 633/72, ossia entro il 31 dicembre 2029.

La dichiarazione IVA può essere integrata per correggere errori od omissioni, compresi quelli che abbiano determinato l’indicazione (art. 8 comma 6-bis del DPR 322/98):
- di un minor imponibile, di una minore imposta o di una maggiore eccedenza detraibile (integrativa “a favore del Fisco”);
- di un maggior imponibile, di una maggiore imposta o di una minore eccedenza detraibile (integrativa “a favore del soggetto passivo”).

Le modalità di utilizzo ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU