ACCEDI
Domenica, 26 maggio 2024

LAVORO & PREVIDENZA

Il caso «Foodora» apre a una nuova tipologia di rapporto di lavoro

L’art. 2 del DLgs. 81/2015 individua una figura di lavoratore intermedia, cui spetta il trattamento economico dei dipendenti per il periodo lavorato

/ Luca NEGRINI

Mercoledì, 6 febbraio 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Sono state depositate lunedì 4 febbraio le motivazioni della sentenza sul caso “Foodora”, con cui la Corte d’Appello di Torino ha accolto le domande proposte da cinque rider, ma solo in riferimento al pagamento di una retribuzione commisurata a quella di un dipendente.

La decisione è particolarmente interessante perché secondo i giudici torinesi l’art. 2 del DLgs. 81/2015 introduce nel nostro ordinamento una terza figura di lavoratore, collocato tra il dipendente ed il collaboratore coordinato e continuativo, che per il lavoro effettivamente prestato ha diritto ad essere retribuito nella stessa misura prevista dai contratti collettivi per i lavoratori subordinati.
Il giudice di primo grado, al contrario, aveva negato che la disposizione di cui all’art. 2 citato fosse ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU