X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 29 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Chiusura di partita IVA e VIES senza possibilità di compensazioni

Lo stabilisce il DL 124/2019, in vigore dal 27 ottobre, prevedendo lo scarto del modello F24 eventualmente presentato

/ Emanuele GRECO e Massimo NEGRO

Martedì, 29 ottobre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’art. 2 del DL 124/2019, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 26 ottobre 2019 n. 252 ed entrato in vigore il giorno successivo, nel quadro delle altre misure restrittive in materia di compensazioni nel modello F24, inibisce la compensazione dei crediti per i contribuenti ai quali sia stato notificato il provvedimento di cessazione della partita IVA o di esclusione dal VIES, ex art. 35 comma 15-bis del DPR 633/72. A tal fine, sono stati inseriti tre nuovi commi (da 2-quater a 2-sexies) all’art. 17 del DLgs. 241/97, istitutivo della disciplina delle c.d. compensazioni “orizzontali”, mediante il modello F24, di debiti e crediti di imposte e contributi.

L’esclusione, nel caso di cessazione della partita IVA, opera a prescindere dalla tipologia e dall’importo

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU