X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 13 luglio 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Per i beni dell’emergenza, fatture senza IVA dal 19 maggio 2020

La circolare n. 12 delle Dogane ha fornito le prime indicazioni sulla decorrenza del regime di favore

/ Luca BILANCINI e Emanuele GRECO

Martedì, 2 giugno 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Per le cessioni di beni destinati alla gestione e al contenimento dell’emergenza da COVID-19, il regime di esenzione IVA, fermo il diritto alla detrazione dell’imposta “a monte”, si applica dalla data del 19 maggio 2020 e sino al 31 dicembre 2020.

La decorrenza della disposizione introdotta dal DL “Rilancio” (art. 124 del DL 34/2020) è da individuare nella data di pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale (19 maggio 2020, per l’appunto), mentre è da escludere un’applicazione retroattiva della disciplina.
Il chiarimento in merito alla decorrenza della norma agevolativa è contenuto nella circolare dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli n. 12/2020, la quale fornisce anche alcune indicazioni rispetto all’esatta individuazione

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU