X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Erogazioni per acquistare servizi formativi assimilate a redditi di lavoro dipendente

Non trattandosi di un corrispettivo, le somme rimborsate dalla Provincia non rappresentano invece reddito per la società

/ Massimo NEGRO e Daniele SILVESTRO

Mercoledì, 22 settembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la risposta a interpello n. 619 pubblicata ieri, 21 settembre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che le somme erogate da una società che si occupa di formazione a titolo di ristoro delle spese sostenute per l’acquisto di servizi formativi costituiscono, per i beneficiari, reddito assimilato a quelli di lavoro dipendente, ai sensi dell’art. 50 comma 1 lett. c) del TUIR, rientrando nella nozione di “assegni, premi o sussidi per fini di studio o addestramento professionale”.

L’imponibilità di tali somme non è inoltre esclusa da disposizioni speciali che ne stabiliscano l’esenzione, come invece previsto per specifici emolumenti rientranti nell’art. 50 comma 1 lett. c) del TUIR (es. determinate borse di studio).
Nella fattispecie oggetto di

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU