ACCEDI
Mercoledì, 24 aprile 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Rimborso IVA ammesso per le opere edilizie sul terreno di terzi

Ribadito il principio giurisprudenziale per cui è determinante la destinazione all’attività d’impresa

/ Mirco GAZZERA e Emanuele GRECO

Lunedì, 31 ottobre 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 27813 del 22 settembre 2022, si è espressa in favore del riconoscimento del diritto al rimborso dell’IVA assolta per lavori edilizi eseguiti su beni di terzi.

La pronuncia richiama la precedente decisione della Corte, a Sezioni Unite (n. 11533 dell’11 maggio 2018), allorché era stato affermato il principio tale per cui spetta il diritto alla detrazione dell’imposta assolta in relazione ai lavori di ristrutturazione o manutenzione eseguiti su immobili di proprietà di terzi, purché sia presente un nesso di strumentalità con l’attività d’impresa o professionale, anche se quest’ultima sia potenziale o di prospettiva.

Nel caso della più recente sentenza n. 27813/2022, il soggetto passivo aveva sostenuto costi ammortizzabili ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU