Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 30 giugno 2022 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Nella norma sull’equo compenso le sanzioni mettono a rischio le Casse di previdenza

Coro di critiche sul provvedimento all’esame del Senato. Anche Distilli e De Lise chiedono di modificare il testo

/ Savino GALLO

Sabato, 21 maggio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il disegno di legge sull’equo compenso “così come impostato rischia di produrre seri danni alle Casse previdenziali”. Tommaso Nannicini, Presidente della Commissione bicamerale per il controllo sull’attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza, lancia l’allarme sul provvedimento approvato in prima lettura alla Camera e attualmente in discussione presso la Commissione Giustizia del Senato.

Sul tema il dibattito è più che mai aperto, tra chi spinge per l’approvazione immediata del testo uscito da Montecitorio e chi, invece, chiede delle modifiche sostanziali (si veda “Professioni spaccate sull’equo compenso” del 19 maggio 2022). La questione che fa maggiormente discutere è quella relativa alle sanzioni disciplinari ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU