ACCEDI
Lunedì, 4 marzo 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

La Lista Falciani resiste alla nuova disciplina dell’onere probatorio

L’indizio di evasione deve essere confermato o smentito da ulteriori elementi probatori

/ Caterina MONTELEONE

Lunedì, 12 febbraio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la sentenza n. 35629/2023, la Corte di Cassazione ha riconosciuto legittimo l’accertamento emesso a seguito della documentazione bancaria nota alla cronaca come Lista Falciani consegnata dalla Amministrazione fiscale francese nell’ambito della collaborazione internazionale.

I giudici di legittimità, dando seguito a un consolidato orientamento giurisprudenziale (Cass. n. 8605/2015), hanno, inoltre, ribadito che in caso di evasione fiscale l’accertamento può essere provato anche in base a elementi indiziari di provenienza illecita, circostanza che, nel caso in esame, era rappresentata dalla divulgazione dei dati bancari illecitamente sottratti dal dipendente dell’istituto bancario.
Al riguardo, infatti, la Cassazione (tra le tante Cass. nn. 24923/2011 e 31779/2019) ha ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU