X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 1 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Nuovo tributo sui rifiuti in attesa di regolamento

Il CNDCEC fa un riepilogo della disciplina che caratterizza il nuovo tributo comunale sui rifiuti e sui servizi

/ Arianna ZENI

Sabato, 17 novembre 2012

x
STAMPA

download PDF download PDF

Si avvicina la data a partire dalla quale tutti gli attuali prelievi sui rifiuti saranno sostituiti dal nuovo tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (noi l’abbiamo chiamato RES, ma c’è chi lo chiama TARES).

Con il documento del 24 ottobre scorso, ma pubblicato questa settimana sul proprio sito, il CNDCEC ha riepilogato la disciplina che caratterizza il nuovo tributo comunale sui rifiuti e sui servizi che è stato istituito dall’art. 14 del DL n. 201/2011 (conv. L. n. 214/2011).
Tributo che, come rileva il documento menzionato, ha un impianto normativo che sostanzialmente ricalca quello previsto per la TARSU, con l’eccezione delle modalità di determinazione del prelievo che sono state mutuate dalla TIA1 (o “TIA Ronchi”, introdotta dall’art. 49 del DLgs.

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU